Safe Network azienda certificata ISO27001:2005

Safe Network insieme al Tennis Club Bogliasco,
contro la pedofilia in Internet

Durante l'inaugurazione del terzo campo in terra rossa coperto da una innovativa struttura tensostatica, avvenuta il 30 aprile 2011, il Tennis Club Bogliasco ha annunciato l'adesione al nostro progetto Web Control per proteggere i piccoli tennisti durante la navigazione online, dalle insidie di Internet.
Il Tennis Club Bogliasco, vanta una memoria storica di oltre 40 anni e tanti atleti hanno solcato la sua terra rossa. Sempre molto attento a tutto ciò che riguarda il benessere e la tutela dei piccoli futuri campioni della scuola tennis, il Presidente Franco Zapolla ha aderito con entusiasmo alla lotta contro la pedopornografia online, permettendo nell'area del Tennis Club la navigazione Internet in modalità Wi-Fi protetta.

www.tennisbogliasco.it

Collegamento Wi-Fi: navigare protetti su Internet

Safe Network, Doimo Cityline e Sonicwall sempre unite(articolo tratto da "Il Corriere Mercantile del 30.04.2011)

Il Tennis Club Bogliasco, oltre alla sala TV, è dotato di una grande novità dal punto di vista tecnologico: il collegamento ad Internet in modalità Wi-Fi.
Questo è stato possibile grazie all'incontro con la Safe Network S.r.l., società che opera nel settore della sicurezza informatica.
Con la collaborazione nata tra il Circolo e la Safe Network si è potuto infatti fornire ai nostri soci una tecnologia avanzata che permette ai ragazzi di navigare
in Internet senza pericoli in quanto la rete è protetta da filtri che salvaguardano i nostri figli dalla piaga dilagante della pedopornografia on-line.
Troppi sono gli articoli che compaiono sui nostri quotidiani e tramissioni televisive, relativi ad adescamenti di minori tramite Internet e questo ha colpito la nostra sensibilità e ci ha fatto capire che la pedopornografia on line non è un pericolo lontano.
Il nostro Club ha quindi aderito all'iniziativa portata avanti dalla Safe Network e dal suo Amministratore Giorgio Sgarra, da tempo impegnato contro questa piaga in quanto le moderne tecnologie, unitamente all'ingenuità dei ragazzi li mettono in pericolo e li espongono a pubblicità ingannevoli, informazioni scorrette e li portano ad utilizzare programmi di chat che permettono l'infiltrazione di adulti che potrebbero volerli conoscere ed avvicinarli: da qui il progetto di abbinare sport ed informatica .

Scarica l'articolo del "Corriere Mercantile"